Alberto Nagel

Da WikiCeo.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Alberto Nagel
Alberto Nagel
Luogo di nascitaMilano
Anno di nascita1965
AttivitàCEO
NazionalitàItaliana
SettoreBancario

Alberto Nagel è un banchiere e manager italiano, attuale CEO di Mediobanca.

Biografia

Alberto Nagel nasce a Milano il 7 giugno 1965. Prende il cognome dal padre Ludovico, avvocato pugliese di origini tedesche.

Si diploma nel 1984 presso il liceo classico dell’Istituto Leone XIII di Milano, per poi seguire studi in Economia aziendale presso l'Università Bocconi di Milano, dove si laurea nel 1990. [1]

Alberto Nagel è residente in Italia ma si divide tra Milano e Londra, dove risiede e lavora la moglie ex dirigente di Banca Intesa. [2]

Mediobanca

Nel 1991 Alberto Nagel inizia la sua carriera in Mediobanca dove assumerà diversi ruoli con crescenti responsabilità all’interno dell'Istituto sviluppato dell’ex banchiere Enrico Cuccia. [3]

Nel 1995 viene nominato Funzionario presso il Servizio Finanziario dell’Istituto e nel 1997 diventa Responsabile del Segretariato generale. [4]

Partecipa ad alcune delle più grandi operazioni di M&A italiane, curando nel 1994 l'Opa del Credito Italiano sul Credito Romagnolo.

Con l'evoluzione della struttura Organizzativa di Mediobanca, Alberto Nagel assume poi la Responsabilità della Divisione Investment Banking.

Dal 1998, nominato Direttore Centrale, partecipa alle privatizzazioni italiane seguite da Mediobanca: BNL (1998), Enel (1999) e Finmeccanica (2000). [5]

Nel 1999 partecipa all'Opa dell'Olivetti su Telecom Italia e nel 2000 quella di Generali su INA. Segue inoltre il processo di consolidamento delle Banche popolari italiane. [6]

Viene prima nominato Vicedirettore generale nel 2002 per poi assumere la carica di Direttore generale nel 2003. Presenterà alla comunità finanziaria il primo piano industriale di Mediobanca nel 2004. [7]

Ad Alberto Nagel si deve l'espansione del Corporate & Investment banking di Mediobanca sui mercati esteri con le sedi di Parigi (2004), Mosca e Lussemburgo (2005), Francoforte, Madrid e New York (2007), Londra (2008), Istanbul (2013). [8]

Nel 2007, nel nuovo ruolo di Consigliere delegato, avvia lo sviluppo del polo retail del Gruppo Mediobanca guidando l’acquisizione di Linea da parte di Compass e presentando al mercato nel 2008 CheBanca!, la nuova banca retail del Gruppo che diventerà una tra le principali banche online in Italia. [9]

Sempre nel 2008 viene nominato Amministratore Delegato di Mediobanca. [10]

Nel 2013 sarà l’artefice del piano strategico triennale 2014-2016, ampiamente ripreso dai media nazionali ed internazionali e descritto come una svolta per il capitalismo italiano. [11]

Nel 2015 consolida il polo retail con l'acquisizione di alcune attività retail di Barclays Italia e di una partecipazione di controllo di Cairn Capital, credit asset manager londinese. [12]

Nel 2022 il Financial Times scrive di come l’AD abbia il merito di aver guidato la trasformazione e l’innovazione di Mediobanca negli ultimi anni, grazie ad un modello basato sulla diversificazione del business in tre segmenti specializzati: Corporate & Investment Banking, Wealth Management e Consumer banking. [13]

A maggio 2023 Alberto Nagel ha annunciato il rebranding di “Che Banca!”, la quale diventerà “Mediobanca Premier” a partire dal gennaio 2024. L'obiettivo è attirare clienti di fascia alta. [14]

Altri incarichi ricoperti

  • In Assicurazioni Generali, dal 1996 al 2012 assume diversi ruoli, da Sindaco ad Amministratore fino alla Vicepresidenza. [15]
  • In ABI (Associazione Bancaria Italiana) dal 2007 al 2012 come Consigliere di Amministrazione.
  • In Banca Esperia, dal 2000 al 2012 come Consigliere di Amministrazione. [16]

Note