Orazio Iacono

Da WikiCeo.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Orazio Iacono
immagine anonima di default per rappresentare Orazio Iacono
Orazio Iacono
Luogo di nascitaModica (RG)
Anno di nascita1967
AttivitàCEO
NazionalitàItaliana
SettoreMultiservizi
AziendaHera
Hera Logo

Orazio Iacono, ingegnere civile italiano, ha ricoperto ruoli di rilievo nel settore ferroviario, tra cui Direttore Commerciale di Rete per Trenitalia. Attualmente, è Amministratore Delegato e Direttore Energie Rinnovabili ad interim nel Gruppo Hera. Ha ricevuto premi come Eccellenze Italiane nel mondo e Ragusani nel Mondo nel 2019.

Biografia

Orazio Iacono nasce a Modica il 23 dicembre 1967, in provincia di Ragusa. Dopo aver ottenuto la maturità tecnica nel suo paese natale, nel 1992 si laurea con lode in Ingegneria Civile presso l'Università degli Studi di Catania. Consegue successivamente, nel 2013, l'Executive Master in Business Administration presso il M.I.P. la Scuola di Management del Politecnico di Milano. Si specializza in UK dove frequenta il “Business Leader Programme” alla Cranfield school of Management di Londra.[1]

Gruppo FS e Trenitalia

Nel dicembre 1993 Orazio Iacono inizia la propria carriera nel Gruppo Ferrovie dello Stato (FS) occupandosi della manutenzione della rete ferroviaria e della coordinazione della circolazione per l’area Nord-Ovest. Nel 1996 diventa responsabile della circolazione in Piemonte coordinandosi con le ferrovie francesi per lo sviluppo della linea Lione-Torino. Nel 1998 assume la responsabilità per la pianificazione strategica della divisione infrastruttura per l’area Nord-Ovest e collabora con il gestore della rete svizzera per il progetto Alptransit. Dal 2000 passa alla neocostituita RFI (Rete Ferroviaria Italiana), partecipata del gruppo FS, dove avrà un ruolo centrale nel percorso per l’avvio del progetto Alta Velocità in Italia assumendo via via responsabilità crescenti che lo porteranno nel 2012 ad essere nominato Direttore Commerciale di Rete a livello nazionale.[2]


Nel 2014 Orazio Iacono cambia divisione ed approda in Trenitalia con l’incarico di Direttore della Direzione Regionale Passeggeri, struttura centrale a cui riportano tutti i singoli dipartimenti regionali, e realizza un profondo processo ristrutturazione della macchina industriale e della flotta fino a costituire un modello di riferimento europeo per le prestazioni di puntualità, affidabilità e con attenzione costante sulla valorizzazione delle risorse umane, sulla digitalizzazione e sulla sostenibilità ambientale.


Nel 2017 viene nominato Amministratore Delegato e DG di Trenitalia per la gestione di tutti i business strategici del gruppo, sia nel mercato domestico che internazionale con un'attenzione privilegiata alle tematiche ESG.[3] Con l’approvazione di un nuovo piano di assunzioni ed investimenti e con la sua guida esperta in infrastrutture e tecnologie, ruolo che ricoprirà fino al 2020, il gruppo ha fatto registrare performance economiche in sostanziale crescita, ponendo Trenitalia come volano economico del paese.[4]

Saipem

Nel 2021 passa in Saipem, che opera nel settore delle prestazioni di servizi per il settore dell’energia e delle infrastrutture, nel ruolo prima di COO Italia e dopo, nel 2022 in quello di COO Sustainable Infrastructures.[5]

Gruppo Hera

Da maggio 2022, sostituendo Stefano Venier, Orazio Iacono viene designato dal CdA di Hera nuovo Amministratore Delegato e Direttore Energie Rinnovabili ad interim, nel pieno della crisi del gas con la Russia.[6] Nel febbraio 2023 presenta il nuovo piano industriale che prevede diversi miliardi da investire nelle reti e nell’idrico per produrre energia elettrica con i rifiuti, l’idrogeno e il biometano.[7]


Nel giugno 2023 firma un protocollo d'intesa con Autogrill che prevede lo sviluppo di una serie di azioni ambientali per il riciclo e la gestione dei rifiuti organici, prodotti in alcuni punti di ristorazione, da utilizzare per la produzione di biometano e compost negli impianti del Gruppo Hera, mentre gli oli vegetali esausti raccolti in modo differenziato potranno essere destinati alla produzione di biocarburante, grazie alla partnership siglata con Eni.[8] A novembre 2023 sigla con Leonardo una partnership per il recupero delle fibre di carbonio contenute nei materiali compositi a matrice polimerica utilizzati per la costruzione di parti di aeromobili.[9]

Altri incarichi

Orazio Iacono ricopre o ha ricoperto anche i seguenti incarichi:

  • Vicepresidente di Unindustria con delega alle “Infrastrutture per i trasporti e la logistica”.[10]
  • Conclusa l’esperienza in Trenitalia il manager ricoprirà da febbraio 2021 a settembre 2021 il ruolo di Senior advisor Oaktree Capital Management / PwC Italy.[11]
  • Da febbraio 2021 collabora inoltre con l’Università di Bologna dove interviene al Corso di Economia e Gestione dell’Innovazione (Cattedra Prof. Maurizio Sobrero), nell’ambito dei corsi di Laurea Magistrale di Ingegneria gestionale e di Advanced Design (anno accademico 2020- 2021), e al Master in Technology and Innovation Management (Direttore Scientifico Prof.ssa Rosa Grimaldi), organizzato dalla Bologna Business School - (anno accademico 2020-2021).[12]

Premi e Riconoscimenti

  • 2019, premio Eccellenze Italiane nel mondo.[13]
  • 2019, premio Ragusani nel Mondo.[14]

Note