Ermenegildo Zegna

Da WikiCeo.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ermenegildo Zegna
Ermenegildo Zegna (a sinistra)
Luogo di nascitaTorino
Anno di nascita1955
AttivitàCEO
NazionalitàItaliana
SettoreModa
Sito webhttps://www.zegnagroup.com/it/corporate-governance/board-of-directors/
AziendaGruppo Ermenegildo Zegna

Amministratore Delegato del Gruppo omonimo, Ermenegilzo "Gildo" Zegna è un manager e imprenditore italiano.

Biografia

Ermenegildo Zegna (Gildo), nasce a Torino il 30 settembre 1955, figlio di Angelo Zegna trascorre la sua infanzia a Biella presso l’azienda di famiglia fondata nel 1910 dal Nonno (omonimo), che ricoprì il ruolo di Presidente onorario fino al 2021. Dopo il diploma ha continuato gli studi laureandosi nel 1978 in Economia presso la London University con un Master in Management presso la Harvard Business School nel 1981[1]. Oltre agli affetti per la famiglia e la passione per l’abbigliamento di lusso, proverà un’attrazione per il mondo delle fragranze che lo porterà a guidare il debutto dell’azienda in questo settore[2].

Gruppo Ermenegildo Zegna

Nel 1982, dopo aver mosso i primi passi della sua carriera da Bloomingdale a New York, entra nell’azienda di famiglia per guidare la Ermenegildo Zegna Corporation, divisione del gruppo che controlla la distribuzione dei prodotti Zegna in USA e Canada[3].

Nel 1986 viene nominato Amministratore Delegato di Italco SA (gruppo Zegna) , dedicata alla produzione di abiti formali, per occuparsi della distribuzione in Spagna.

Nel 1989 entra nel Consiglio di Amministrazione di Zegna[4]. Nel 1997 viene nominato Amministratore Delegato del Gruppo Ermenegildo Zegna con il focus di guidare l’azienda e l’espansione del marchio attraverso nuove strategie nel medio-lungo termine pianificando negli anni successivi una lunga serie di acquisizioni di importanti marchi e aziende, tra le quali: Agnona, Zefer, Bonotto, Thom Browne, Cappellificio Cervo, Dondi, Tessitura Ubertino e la Filati Biagioli Modesto[5].

Nel 2021 quota Zegna alla Borsa di New York e successivamente Gildo assume anche la carica di Presidente del Gruppo Zegna, oltre a mantenere quella di CEO[6].

La sua leadership è volta ad ampliare la presenza dell'azienda nel panorama della moda attraverso un’attività innovativa ed ulteriori investimenti in marchi iconici, come l’acquisizione del marchio Tom Ford nel 2023, portando una forte crescita dei ricavi e alla conferma del successo di Zegna a livello internazionale[7].

Altri incarichi ricoperti

  • Gildo Zegna è presidente del CdA di Thom Browne.
  • Amministratore Delegato di Filati Biagioli Modesto.
  • Consigliere di amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles (FCA)
  • Membro del Comitato Strategico e consigliere della Camera Nazionale della Moda Italiana e fa parte del Consiglio per le Relazioni fra Italia e Stati Uniti.
  • Consigliere di Tom Ford International[8].

Riconoscimenti e Premi

  • 2015, ha ricevuto il Premio Leonardo dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per essersi distinto nella promozione del Made in Italy nel mondo[9].
  • 2022, ritira il premio “Biodiversity Conservation Award” per l’impegno costante di Zegna verso lo sviluppo dell'ecosistema naturale creato dal fondatore Ermenegildo, “Oasi Zegna” [10].

Onorificenze

  • 2011, insignito del titolo di Cavaliere del lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano[11].

Note